Clicky

CONTATTACI

Login form
Sorry, User can NOT register!

Quello da Sapere Sulle Pareti Divisorie in Vetro

La parete vetrata è un elemento di arredo che dona contemporaneità e luminosità in un colpo solo.

Trova largo impiego nelle abitazioni di nuova costruzione o nel recupero di appartamenti già esistenti. Le sue caratteristiche di trasparenza e leggerezza ben si adattano allo stile di abitare attuale. Senza dimenticare la sua più grande dote: rendere unitario uno spazio che ospita funzioni diverse. Vediamo insieme le loro più comuni applicazioni con qualche dettaglio tecnico riguardante l’installazione.

Quando utilizzarle
I modi di impiegarle sono svariati:

  • Separare due ambienti con funzioni diverse in modo che tengano la connessione visiva, come nel caso di una zona pranzo con la cucina, o dello studio con il soggiorno.
  • Creare spazi passanti integrandoli nell’ambiente principale: è il caso di soggiorni che devono essere attraversati da lunghi corridoi.
  • Far passare luce per illuminare ambienti di servizio meno illuminati, come lavanderie, cabine armadio e bagni.
  • Creare ambienti suggestivi intorno ai quali costruire la struttura dell’appartamento. L’ideale potrebbe essere una piccola veranda verde dove rifugiarvi per leggere e rilassarvi o un ambiente speciale che ospita le vostre passioni.

Come si installano

Prima di far costruire una vetrata il mio consiglio è quello di richiedere sempre il sopralluogo del fornitore, anche se i muri sono appena stati fatti. Questo per verificare che ci sia lo spazio dimensionato correttamente; che non ci siano fuori squadra a soffitto o a parete; che gli ancoraggi, qualsiasi essi siano, siano abbastanza stabili da poter permettere il fissaggio senza rischio di caduta; infine che le parti apribili abbiano lo spazio necessario per garantire la rotazione o lo scorrimento delle ante.

L’installazione vera e propria in genere dipende dalla tipologia. Se la parete vetrata ha un telaio, questo dovrà essere fissato sia a pavimento che a terra; se è previsto un binario, molto probabilmente la ante saranno a sospensione mentre a pavimento andrà solo qualche fermo per le parti fisse.

Costi

Le vetrate hanno costi che dipendono, ovviamente, dalle dimensioni generali del foro dove andranno applicate ma anche dal tipo di telaio, più o meno elaborato, dalla sua finitura e dalla scelta del vetro che viene fatta. A questo proposito scegliete sempre un vetro stratificato, per evitare spiacevoli incidenti in caso di rottura.
A titolo di esempio vi riporto la mia esperienza riguardante un preventivo per una parete vetrata di circa 3 x 2 metri.
Il prezzo, a parità di fornitore, varia da 4.500/5.000 € per una soluzione con telaio più elaborato, tipo quello stile industriale, a 2.600 € per una soluzione più semplice, senza telaio, ma con dei fermavetri e un meccanismo di apertura a scorrimento su binario.

Data la variabilità, l’unico modo per avere un’idea dei costi è quello di farsi fare diversi preventivi. Diminuendo la quantità di metallo e scegliendo misure standard del vetro otterrete probabilmente soluzioni più economiche.

Si può realizzare anche senza ristrutturare completamente l’appartamento? 

Inserire una parete vetrata in un appartamento già finito è un’operazione molto semplice e poco invasiva, basta capire bene come va a modificarne la struttura distributiva. La cosa più importante, infatti, è che non dia fastidio al passaggio e non sia soggetta a urti. In termini pratici il montaggio non richiede molto più lavoro di una libreria, con qualche foro a pavimento, a soffitto o sulle pareti laterali.

Il discorso diventa più complesso se si sceglie di utilizzarla per sostituire un muro. In questo caso bisognerà isolare la parte interessata dal resto della casa, per evitare che la polvere legata alla demolizione vada in giro; verificare che i passaggi esistenti (porte/finestre) consentano l’arrivo di tutti i componenti, specialmente del vetro, soprattutto se è grande; prevedere un materiale o una soglia che vada a sostituire la parte di pavimento mancante, dato che la vetrata non avrà mai lo stesso spessore del muro.

Possono sostituire un muro portante?

In molti appartamenti costruiti in epoca diversa dalla nostra, potrebbe capitare che per rendere più aperto un ambiente sentiamo la necessità di abbattere un muro. Se questo è portante bisognerà fare tutte le verifiche del caso prima di intervenire. Il mio primo consiglio è quello di rivolgersi a un tecnico specializzato: nessuno meglio degli ingegneri edili sa trovare soluzioni adatte a questo tipo di problema.

Il sistema che vi potrebbe proporre è l’inserimento di una putrella in acciaio, a vista o da inserire in un controsoffitto, per sorreggere il carico del muro sovrastante trasferendolo sul primo elemento verticale disponibile. Se la luce non è troppo estesa l’inserimento di una parete vetrata darà un risultato pulito e potrete scegliere il tipo di vetrata senza grossi problemi.
Se la luce fosse invece più estesa, tale da richiedere anche l’inserimento di un pilastro, il mio consiglio è di giocare al massimo con la carpenteria metallica, in modo da ottenere un risultato simile ai loft che hanno un carattere più industriale.

 
No comments
Read more...